Barolo Castelletto docg – Vini delle Langhe | Comm. G.B. Burlotto

barolo-castelletto
BAROLO
Denominazione di Origine
Controllata e Garantita
Castelletto
Vitigno: Nebbiolo

Occorre immaginare i grappoli nel sole del mattino, poi mossi dal vento, infine in quiete nella bonaccia della sera, sul fianco della collina. Frammento geologico di Serralunga in territorio di Monforte, il Castelletto restituisce una situazione eccezionale. Corpo statuario attraversato dall’ombra, ha la viva forza di ciò che si fa emblema.
COLLOCAZIONE GEOGRAFICA
E GEOLOGICA

La collina di Castelletto è situata nella dorsale collinare del Comune di Monforte che è rivolta verso Serralunga d’Alba, nella parte più a Sud-Est della zona del Barolo. In comune con il paese di Serralunga ha anche l’origine geologica del suolo, la Formazione di Lequio che da origine a terreni costituiti da marne argillose ricche in calcare e minerali che si alternano a zone leggermente più sabbiose.

castelletto-barolo-mappa
barolo-castelletto-vigna
CARATTERISTICHE DELLA VIGNA

La nostra vigna a Castelletto ha un’estensione di 1,07 ettari, un’esposizione Est, Sud/Est, altitudine da 270 a 300 metri ma solamente la parte del vigneto più alta e piantata nel 1973, con viti da selezione massale, viene utilizzata per la produzione del Barolo Castelletto. Forma di allevamento delle viti a Guyot.

VINIFICAZIONE

La vendemmia viene svolta a mano, al fine di preservare l’integrità del frutto e permettere, se necessario, una selezione delle uve che in seguito vengono trasportate in cantina in cassette da 20 kg. I grappoli vengono diraspati ed il mosto spostato per gravità nei tini aperti di rovere francese dove avviene la fermentazione alcolica. Durante la macerazione, giornalmente vengono effettuati delicati rimontaggi e follature. Controllo della temperatura nel caso di eccessivi rialzi.

vinificazione-cannubi
vinificazione-cannubi
VINIFICAZIONE

La vendemmia viene svolta a mano, al fine di preservare l’integrità del frutto e permettere, se necessario, una selezione delle uve che in seguito vengono trasportate in cantina in cassette da 20 kg. I grappoli vengono diraspati ed il mosto spostato per gravità nei tini aperti di rovere francese dove avviene la fermentazione alcolica. Durante la macerazione, giornalmente vengono effettuati delicati rimontaggi e follature. Controllo della temperatura nel caso di eccessivi rialzi.

maturazione-barolo-castelletto
MATURAZIONE

Fermentazione malolattica e successiva maturazione in botti grandi di rovere di Allier per un periodo da 20 a 33 mesi in relazione all’annata. L’imbottigliamento viene effettuato solitamente in estate senza interventi di chiarifica o filtrazioni e successivamente il vino riposa in cantina per almeno 9 mesi prima di essere commercializzato.

Temperatura di servizio ottimale tra i 16 e 18°.